Il 1925 e la scoperta della Grotta di Villanova: un viaggio nel tempo con Diversamente Speleo

Domenica 26 maggio alla grotta turistica di Villanova si è svolta la quarta edizione di Diversamente Speleo Friuli Venezia Giulia; un evento che coinvolge un gruppo sempre più numeroso di speleologi, operatori esterni e ospiti provenienti dal territorio udinese.

Quest’anno i ragazzi disabili con i loro accompagnatori hanno vissuto un vero e proprio salto indietro nel tempo, fino al maggio 1925, pochi giorni dopo la scoperta della Grotta Nuova.

La signora Nilde, la vera nipote del primo scopritore della Grotta Nuova, ha raccontato aneddoti dei tempi in cui, da bambina, faceva già la guida in grotta e seguiva il nonno. Leggi tutto…

“Volando sull’acqua”

La “Festa sul Nonsel” di quest’anno è stata per i Componenti l’Unione Speleologica Pordenonese CAI … intensa.

Dopo le istallazioni pro “Valore dell’Acqua” delle scorse edizioni, gli speleologi del CAI Pordenonese hanno realizzato un’inedito “volando sull’acqua”, una teleferica attraverso il fiume che ha registrato oltre 100 passaggi tra adulti e non.

Un’iniziativa diversa, emozionante, sempre finalizzata alla divulgazione e al rispetto per quell’elemento vitale che è l’acqua.

Cordiali speleosaluti, grazie e …BuoneSpeleoFerie!
USP CAI PN

A Taipana “Scrivere il Buio 2.0” – Incontro nazionale sull’editoria speleologica in Italia

Per due giorni il ridente paese pedemontano di Taipana/Tipana (UD) è stato al centro dell’editoria speleologica italiana. Promosso da due riviste online italiane nazionali “Scintilena”, con sede a Narni, e “Sopra e sotto il Carso”, con sede a Gorizia, nel recente fine settimana del 15-16 giugno, infatti, presso il rifugio speleologico sito nel paese, si è svolto un incontro ad alto livello denominato “Scrivere il Buio 2.0”. All’incontro hanno preso parte numerose personalità del panorama editoriale italiano di settore non escluso quello alpinistico. È stata la prima volta in Italia che due riviste online specializzate in speleologia, ma non solo, si sono riunite per organizzare un incontro, su questo tema. Un avvenimento unico nel suo genere.

Tra tutte le realtà editoriali del nostro Paese, infatti, c’era stata una certa volontà comune per promuovere un incontro di idee e fare il punto sulla situazione attuale dell’editoria speleologica e di montagna.

Ancora una volta, dunque, il Friuli Venezia Giulia ha fatto da apripista per un dibattito di estrema attualità visto che con l’avvento di internet le pubblicazioni stampate nel panorama speleologico nazionale si sono fatte estremamente rarefatte. Leggi tutto…

èStoria – Conferenza sulla ricerca dell’acqua potabile a Gorizia

Mag
24
18:00

Venerdì 24 maggio, alle ore 18 presso la sala Dora Bassi di Gorizia, in occasione di èStoria il Festival internazionale di Storia, il Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” presenta una conferenza dedicata alla ricerca dell’acqua potabile a Gorizia e alla storia della speleologia nell’isontino.

Siete tutti invitati.

18h-19h – SALA DORA BASSI, via Garibaldi 7
____

La ricerca dell’acqua potabile a Gorizia.
Storia della speleologia nell’isontino

Attraverso il racconto delle vicissitudini storiche dovute alla ricerca dell’acqua potabile per l’alimentazione dell’acquedotto di Gorizia, è tracciata anche una storia dei vari personaggi storici legati a Gorizia e che in qualche modo possono essere considerati precursori della speleologia isontina, in quanto autori di studi, ricerche ed esplorazioni sotterranee alla ricerca delle acque carsiche del territorio.

Interviene Maurizio Tavagnutti
In collaborazione con Centro Ricerche Carsiche Seppenhofer, Gorizia

Proiezione del film-documentario “Una donna” ad Udine

Mag
30
21:00

Il Circolo Speleologico e Idrologico Friulano di Udine e l’Associazione dei Toscani in Friuli Venezia Giulia organizzano per giovedì 30 maggio 2019, alle ore 21.00 presso il Cinema Centrale via Poscolle, Udine la proiezione del film

UNA DONNA

tratto dal libro Un nome, di Paolo Ciampi e inserito nel programma In punta di Toscana 2019, presentazione a cura della regista Ornella Grassi, dello scrittore Paolo Ciampi e del Presidente del CSIF Umberto Sello.

Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti.

Il film riguarda la storia di Enrica Calabresi, scienziata ebrea, legata al nostro G.B. De Gasperi.

Qui il link della recensione apparsa su “Il Foglio” dove è ben riassunta la storia: www.ilfoglio.it

QR Code Business Card
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: