Assegnati i premi Hells Bells 2020

Si è tenuta martedì 18 febbraio 2020 al Teatro Miela di Trieste, nell’ambito della XXX edizione della Rassegna Internazionale di Cinema di Montagna ALPI GIULIE CINEMA organizzata da Monte Analogo, la serata dedicata al Premio Hells Bells. Il concorso che si tiene dal 2012, in collaborazione con la Commissione Grotte Eugenio Boegan, Società Alpina delle Giulie, Sezione CAI di Trieste, è dedicato
specificamente a documentari, reportage e fiction di speleologia: girati dunque nel complesso e poco conosciuto mondo ipogeo.

Anche quest’anno a partire dalle ore 18:00 del pomeriggio e fino a sera tarda, un numeroso pubblico di appassionati ha potuto fruire di un’ampia carrellata di video riguardanti i più interessanti e coloriti aspetti della speleologia esplorativa e di ricerca, sia italiana che europea. Dieci produzioni, tra corti e documentari scelti, di cui 7 in concorso, hanno dato una visione concreta e spettacolare dell’esplorazione speleologica, della bellezza del mondo sotterraneo e dell’importante rapporto tra speleologia e ricerca scientifica.
Leggi tutto…

Hells Bells Speleo Award 2020

Feb
18
18:00

Martedì 18 febbraio 2020 continua al Teatro Miela di Trieste la XXX edizione della Rassegna Internazionale di Cinema di Montagna ALPI GIULIE CINEMA organizzata da Monte Analogo, in collaborazione con Arci Servizio Civile.

Dalle ore 18.00 fino alle 23.00 sarà una intera giornata dedicata alla speleologia con HELLS BELLS SPELEO AWARD, concorso in collaborazione con la Commissione Grotte Eugenio Boegan della Società Alpina delle Giulie, Sezione CAI di Trieste, giunto alla nona edizione, rivolto specificatamente a documentari, reportages e fiction di speleologia.

Si inizierà alle ore 18.00 con il seguente programma:
ORE 18.00:

  • L’ABISSO DELLA CAVA FACCANONI, NOVITA’ ESPLORATIVE – Daniela Perhinek (Italia – 11’)
  • SPELEONAUT, UNDER THE STONE SKY – Sonja Dekič (Serbia – 56’)
  • ATACAMA – National Geographic / La Venta (USA / Italia 6’) *
  • SHTARES, NO HUMAN BEFORE – GSM (Italia – 15’) *
  • POD LANISCE – Franco Longo (Italia – 2’)

ORE 20.30: PREMIAZIONI

ORE 21.00:
Leggi tutto…

Due documentari per Cinemazero a Pordenone

Nov ’19
14
20:45

PASSIONE, RICERCA, DIDATTICA, ESPLORAZIONE
I tanti volti degli speleologi di oggi

14 novembre ore 20.45
Sala Grande di Cinemazero, Piazza Maestri del Lavoro – Pordenone

INCONTRI d’AUTUNNO 2019, nell’ambito della rassegna di eventi culturali Sul filo di cresta a cura della Sezione CAI di Pordenone, con il patrocinio del Comune di Pordenone, in collaborazione con Cinemazero, l’USP (Unione Speleologica Pordenonese CAI) presenterà due docu-film vincitori del premio HellsBells 2019.

  • PALAWAN, il fiume misterioso
    Alexis Barbier-Bouvet, Arte France One Planet
    Francia / 2017 – Campana d’oro
  • LA MAGÀRA, il collettore segreto degli Alburni
    Pino Antonini e Vito Buongiorno
    Italia / 2018 – Campana d’argento

Una visione concreta e spettacolare dell’esplorazione speleologica, della bellezza del mondo sotterraneo  e dell’importante rapporto tra speleologia e ricerca scientifica.

Aggiunta del 8.11.2019:

BuonaGiornata amico Speleo.

Con la presente, nell’invitarti alla serata di proiezioni dedicata alla Speleologia del 14 novembre proposta dalla Sezione CAI di Pordenone, nell’ambito della rassegna “Incontri d’Autunno 2019”, con la collaborazione dell’Unione Speleologica Pordenonese CAI, ho il piacere di comunicarti che in tale occasione sarà distribuito il libro,

Storie e memorie di grotte e altre avventure umane: cinquant’anni di Speleologia a Pordenone

appunti di un trascorso che proietta questa nostra passione per il mondo ipogeo, e non solo, nel futuro.

Augurandomi la Tua significativa presenza alla serata, ti porgo i miei più cordiali speleosaluti.

Il Presidente dell’Unione Speleologica Pordenonese CAI
Roberto Faggian

Gorgazzo -222m: i video

Ecco qui sotto i due video che ha pubblicato Krzysztof Starnawski inerenti l’immersione di inizio settembre al Gorgazzo, nella quale ha raggiunto la profondità di -222m:

Gorgazzo -222m Seacraft from Starnawski on Vimeo.

Leggi tutto…

Raggiunti -222 metri al Gorgazzo, immersione speleosub da record

Lo speleosub polacco Krzysztof Starnawski in immersione al GorgazzoL’impresa dello speleosub è da record: «Ho toccato i -222 metri nel Gorgazzo, un’emozione indescrivibile»

È soddisfatto l’esploratore speleosubacqueo polacco Krzysztof Starnawski, 51 anni, dopo la storica immersione che l’ha condotto negli “abissi” inesplorati della sorgente polcenighese. L’acqua limpida permetteva di vedere durante l’immersione sino a trenta metri

«Ho fatto il record di immersione nel Gorgazzo. A 222 metri di profondità la cosa che mi ha più emozionato è un allargamento del cunicolo, una cavità da esplorare meglio: conto di tornare presto per farlo e per immergermi ancor più in profondità». È soddisfatto l’esploratore speleosubacqueo polacco Krzysztof Starnawski, 51 anni, dopo la storica immersione che l’ha condotto negli “abissi” inesplorati della sorgente polcenighese. L’acqua limpida permetteva di vedere durante l’immersione sino a trenta metri e oltre, ha osservato lo speleosub. E ha aggiunto: «La discesa mi è stata facilitata dall’ottimo lavoro svolto da Luigi Casati, il quale ha segnato il percorso durante le sue precedenti immersioni». Leggi tutto…

QR Code Business Card
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: