Ieri incidente all’Abisso di Trebiciano

Ieri mattina, intorno alle dieci e trenta il Soccorso Alpino e Speleologico è intervenuto a Trebiciano con diciannove tecnici – tra cui due infermieri specializzati e il medico speleologo – presso l’Abisso di Trebiciano. Nell’abisso, ad una quota di 250 metri negativi, un minorenne di undici anni residente a Sežana ma di origini italiane S. (Nome) L. E. (COGNOME) è caduto mentre percorreva la ferrata della grotta assieme al padre e al fratellino procurandosi una ferita alla testa e un forte trauma cranico dopo cinque metri di volo, quelli compresi tra un ancoraggio e il successivo. L’incidente è avvenuto al penultimo pozzo prima di raggiungere il Timavo. Quando i soccorritori sono giunti sul posto il ferito aveva quasi guadagnato l’uscita della grotta aiutato dal padre e da altri speleologi ungheresi che lo hanno aiutato a risalire dopo che aveva perso i sensi. Il bambino è stato affidato sull’ambulanza. L’intervento si è chiuso alle 12. Sul posto anche i Vigili del Fuoco.

Melania Lunazzi addetta stampa CNSAS FVG

__________
Notizia ripresa da scintilena.com e dal Primorski Dnevnik

CNSAS-FVG: Importante corso di formazione nazionale nella grotta Doviza

E’ in corso in questi giorni e fino a domenica 26 maggio un importante corso di formazione nazionale della Scuola Nazionale tecnici di Soccorso Speleologico (SNaTSS). Il corso ha richiamato a Taipana da tutta Italia – più precisamente da Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Toscana, Abruzzo, Emilia Romagna, Puglia, Campania, Sardegna, Lazio, Sicilia e Marche oltre che dalla

Esercitazione CNSAS in Grotta Doviza (Foto di repertorio di Paolo Manca)

Esercitazione CNSAS in Grotta Doviza (Foto di repertorio di Paolo Manca)

nostra regione – una quarantina di tecnici specializzati per compiere alcune esercitazioni in profondità e testare tecniche e materiali diversi. I tecnici partecipanti – capi squadra, istruttori regionali, responsabili di delegazione assieme a undici istruttori nazionali anch’essi provenienti da alcune delle regioni elencate, tre dei quali dal Friuli Venezia Giulia, più alcuni membri della direzione nazionale del CNSAS – sono dal 23 maggio ospiti in una struttura messa generosamente a disposizione dal piccolo comune prealpino.

Obiettivo peculiare del corso è la formazione sul cosiddetto “trasporto avanzato barella” ovvero il trasporto di un infortunato in tratti prevalentemente orizzontali effettuato con squadre composte da pochi tecnici. Leggi tutto…

Incidente in Grotta Noè presso Aurisina/Nabrežina (TS)

Questa mattina si è verificato un incidente nella Grotta Noè (Pečina v Rubijah) presso Aurisina/Nabrežina in provincia di Trieste. Lo speleologo è stato recuperato dal Soccorso. Qui sotto la notizia e gli aggiornamenti dal CNSAS regionale:


Leggi tutto…

Soccorso sul Kanin

Questo fine settimana si tiene sul Kanin sloveno, precisamente nella grotta Skalarjevo brezno (-911m) un’esercitazione internazionale del soccorso alla quale partecipano 140 soccorritori da 9 stati. La simulazione consta nel recupero di uno speleo infortunato dalla profondità di 900m. Presenti anche gli soccorritori della nostra regione. Per gli soccorritori sloveni è una delle più difficili esercitazioni mai organizzate.

Ecco qui il video della tv slovena: Leggi tutto…

Sub disperso in profondità – I soccorritori italo-sloveni si esercitano al Gorgazzo

Simulata un’emergenza per confrontare le tecniche di salvataggio
Il coordinatore Cobol: «Incrementato il bagaglio di esperienze»

Sigfrido Cescutti POLCENIGO
dal Messaggero Veneto del 23.9.2018

Dal primo mattino hanno iniziato a scaricare dalle Land Rover ogni tipo di attrezzatura: scooter subacquei, bombole, respiratori, mute e pinne. È iniziata così la giornata internazionale di soccorso speleosubacqueo alla sorgente del Gorgazzo, già esplorata da Luigi Casati sino a una profondità di 212 metri.

La grotta subacquea, sito naturalistico di particolare bellezza, durante l’anno è frequentata da sub e speleonauti provenienti da ogni continente (trecento le immersione negli ultimi mesi): ieri invece, ha ospitato un’esercitazione italo slovena di soccorso subacqueo. Impegnati soccorritori
provenienti da varie punti d’Italia, i quali, assieme ai colleghi sloveni, hanno simulato il recupero di un disperso a cento metri di profondità (è stato utilizzato un manichino). Leggi tutto…

QR Code Business Card
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: