Soccorso alpino: Panontin, 150mila euro per attività 2015

Logo_CNSASRiportiamo qui di seguito la notizia apparsa sul sito regionale nella sezione Notizie dalla Giunta:

Trieste, 12 set – La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell’assessore alla Protezione civile Paolo Panontin, ha assegnato un contributo di 150.000,00 euro per l’anno 2015 al Servizio regionale Friuli Venezia Giulia Corpo nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (sezione speciale del CAI).
Leggi tutto…

A Trieste la conferenza European Cave Rescue Meeting 2014

ECRASi è tenuta a Trieste dal 24 al 26 ottobre la conferenza “European Cave Rescue Meeting 2014”. L’importante appuntamento internazionale – giunto quest’anno alla sua ottava edizione – organizzato dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) per conto dell’European Cave Rescue Association (ECRA).
Leggi tutto…

Soccorso: Serracchiani, orgogliosi per l’attività del CNSAS

SerracchianiSoccorsoAlpinoInConsiglioTrieste, 1 ott – “I nostri volontari del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) ci rendono orgogliosi di essere cittadini del Friuli Venezia Giulia“. Lo ha dichiarato la presidente della Regione Debora Serracchiani intervenendo nell’Aula del Consiglio regionale alla fine della prima parte dei lavori per rendere omaggio al Corpo prima della consegna di due targhe ad una delegazione del CNSAS. Leggi tutto…

Incidente nella grotta bavarese Riesending-Schachthöhle

RilievoChrono_2014-06-16_Riesending-Schachthohle

I tecnici CNSAS e internazionali hanno ripreso il recupero della barella che ora ha abbandonato il Campo 3 a -720m per affrontare il successivo pozzo da 70 m nella grotta Riesending-Schachthöhle.

Seguite le delicate fasi di recupero sul sito della CNSAS e su Scintilena:
http://www.soccorsospeleo.it/
http://www.scintilena.com/

Incidente in grotta: 4 sacilesi in una task force in Germania

cnsas_germaniaDenis Zanette, Ivan Vicenzi, Carlo Urbanet e Filippo Felici, soci del Gruppo Spelologico di Sacile, sono impegnati in queste ore come tecnici volontari del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico nelle operazioni di intervento per salvare lo speleologo tedesco Johann W. di 52 anni rimasto seriamente ferito da una caduta di sassi all’interno di una grotta di oltre 1000 metri di profondità nella Baviera meridionale. Al momento, come riferiscono i quattro sacilesi, la situazione clinica del ferito non è chiara, in quanto non è ancora stato stabilito un collegamento tra il luogo dell’incidente e l’esterno. Leggi tutto…

QR Code Business Card
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: