Progetto idrogeologico “Rio Vaat” – G.S. Carnico CAI “M. Gortani” e Club Alpinistico Triestino

Con il mese di agosto è finita la prima campagna di studio delle venti sorgenti poste in zona Cesclans (Tolmezzo), tra il Monte Faeit, il rio Vaat, il rio Chiampon e il torrente Pleas, nonché del sifone della grotta del rio Vaat con monitoraggio in continuo mediante sonda multiparametrica.
Per un anno e mezzo sono stati fatti prelievi mensili dell’acqua e effettuate le misurazioni dei principali parametri chimico-fisici e della portata. Contemporaneamente è stata campionata l’acqua piovana tramite pluviometro posto a Cesclans, sempre per le stesse analisi.
La ricerca continua con il monitoraggio del sifone e di alcune sorgenti considerate “chiave”, con il campionamento delle stesse per le analisi chimiche di anioni e cationi, con il progetto di capire meglio le direzioni di flusso e i percorsi sotterranei dell’acqua, con i rilievi geologici incentrati proprio attorno alla zona della grotta del rio Vaat.

Progetto standard HYDRO KARST

E’ stato presentato ieri, giovedì 8 marzo, alle ore 10.30, presso l’Aula magna del Dipartimento di Matematica e Geoscienze dell’Università di Trieste, in via Weiss 1, il Progetto standard “Hydro Karst – L’acquifero del Carso quale risorsa idrica strategica transfrontaliera”.
Leggi tutto…

QR Code Business Card
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: