Nuovo Abisso sulle Alpi Carniche

Dalle pagine del sito del Gruppo Alpinistico Friulano “Il Claut”, si può leggere un’interessante cronaca riguardante l’esplorazione  da parte della sezione speleo dello stesso gruppo di un nuovo abisso sulle alpi carniche, situato nella zona di Forni Avoltri. Si rimanda al sito del gruppo per maggiori informazioni.

Seppenhofer, nuovo recapito telefonico

Con il 1° dicembre il Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” ha un nuovo recapito telefonico che è il seguente: 3407197701 pertanto il vecchio numero non è più valido.

Cena sociale Seppenhofer

Una serata all’insegna del “revival” quella della cena sociale del Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” svoltasi la scorsa sera nei locali della trattoria “Vecia Gorizia” di via S. Giovanni a Gorizia. Il presidente del gruppo Maurizio Tavagnutti, ha voluto aprire la serata ricordando per punti salienti tutta l’attività svolta nel corso dell’anno che, ha puntualizzato, è stata notevole e di alto livello. Bisogna ricordare che durante il 2011 è stato svolto un lavoro davvero importante partecipando a diversi convegni nazionali e internazionali e partecipando, questa estate, anche ad una spedizione speleologica in Grecia. A tale proposito è stato ricordato che il giorno 20 dicembre sarà presentato un documentario, sulla spedizione in terra ellenica, presso i Musei Provinciali di Borgo Castello a Gorizia. La serata è poi proseguita con una breve proiezione di immagini davvero suggestive dell’attività svolta nel corso dell’anno. Durante l’incontro conviviale è stato rimarcato, da parte del presidente, che il Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” il prossimo anno proseguirà nelle iniziative già intraprese e senz’altro programmerà una nuova edizione di “Ve-la conto in Carso”, la simpatica manifestazione estiva che ha visto quest’anno impegnati più di duecento tra velisti e speleologi in un reciproco scambio di ruoli. Per l’occasione, infatti, erano presenti anche i rappresentanti della Società Nautica Laguna del Villaggio del Pescatore che, a loro volta, hanno ribadito la volontà di proseguire la collaborazione con gli speleologi goriziani.
Tra i molti progetti messi in campo, senza dubbio quello più impegnativo sarà il completamento del rilevamento topografico delle gallerie del Monte Sabotino sul versante sloveno, lavoro questo che gli speleologi goriziani hanno già intrapreso. Durante la serata, infatti, è stato ricordato che il giorno 16 dicembre sarà presentato presso la sala conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio il libro “La galleria delle 8 cannoniere”. Sul taccuino dei lavori per il 2012 si registrano molti altri progetti, tra questi per ricordarne qualcuno spicca la collaborazione con il Gruppo Archeologico Goriziano per il completamento del progetto “Gradisca Sotterranea”, la stesura definitiva del volume dedicato allo studio della zona carsica di Taipana che, secondo le previsioni, dovrebbe essere presentato al pubblico già in febbraio. A conclusione della serata i partecipanti si sono ripromessi per il 2012 di intensificare i loro sforzi per far avvicinare i giovani al magico mondo della speleologia, le iscrizioni al gruppo sono dunque già iniziate.

40 anni di speleo didattica del CAT

Sala “Bobi Bazler”, palazzo Gobcevich, Trieste: come da programma, sabato 19 novembre, alle ore 9.30, ha avuto inizio la Tavola Rotonda organizzata dal Club Alpinistico Triestino per celebrare il suo 40° anniversario di attività didattica (o, meglio, speleo didattica), specialmente indirizzata alle scuole elementari e medie. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste.
L’apertura dei lavori è stata data da Andrea Mariani, assessore comunale alla Cultura, e da Antonella Grim, assessore comunale all’Educazione, Scuola e Università e Ricerca che hanno illustrato ai presenti i programmi futuri dei loro assessorati e la disponibilità a collaborare fattivamente con il CAT e con altre istituzioni di volontariato per valorizzare, dal punto di vista della cultura  e della didattica, le potenzialità di Trieste.
Divisa idealmente in due, l’Assemblea si è sviluppata, nella prima parte, nelle testimonianze di collaborazione tra il Club Alpinistico Triestino e le scuole “N. Sauro” di Muggia e “G. Caprin” di Trieste, grazie alla partecipazione della professoressa Manuela Blaschich e del professor Dario Gasparo. Gradito e gratificante l’intervento di Loredana Rossi, assessore all’Istruzione del Comune di Muggia con il quale il CAT collabora da ormai sei anni. A conclusione della prima parte, Maurizio Radacich ha illustrato il rapporto passato, presente e futuro tra la “Kleine Berlin” e il cosiddetto “turismo scolastico”.
La seconda parte della Tavola Rotonda è stata dedicata ai progetti didattici futuri del Club Alpinistico Triestino, illustrati da Franco Gherlizza, dal dottor Sergio Dolce e dal sottoscritto. La pubblicazione dei relativi Atti, su CDrom, è prevista per gennaio 2012.

Lino Monaco

QR Code Business Card
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: