Ricerche scientifiche

In una grotta di Comarie l’acqua del lago di Doberdò

Continua l’opera degli speleologi per individuare i percorsi sotterranei Il lavoro serve a mettere a punto il piano anti impaludamento del bacino carsico
di Laura Blasich (da Il Piccolo)

DOBERDÒ Alle spalle il primo tracciamento delle acque del lago di Doberdò, gli speleologi degli Amici del Fante di Monfalcone, Lindner di Ronchi dei Legionari e Talpe del Carso di Doberdò continuano la caccia per individuare percorsi e confermare ipotesi utili a innalzare il livello del lago, evitandone l’impaludamento.
Leggi tutto…

2º Corso di Idrologia carsica – Tecniche di tracciamento

GiuGiu
1617

L’OTTO CAI Friuli Venezia Giulia indice il 2º Corso idrologia carsica-Tecniche di tracciamento, a Taipana, nei giorni 16 e 17 giugno 2018. Il corso è organizzato dal Centro Ricerche Carsiche “C. Seppenhofer” e dal Gruppo Speleologico Carnico CAI Tolmezzo.

Scopo del corso è quello di mettere in grado speleologi, naturalisti e appassionati motivati a eseguire autonomamente studi di idrogeologia carsica utilizzando le tecniche di tracciamento. Stante lo scopo eminentemente sperimentale del corso, è previsto un numero massimo di 12 partecipanti.

Il livello di impegno culturale richiesto: biennio superiori.
Leggi tutto…

Tracciamento Reka-Timavo

La Società Adriatica di Speleologia ha pubblicato su Facebook l’ultima puntata con i risultati complessivi del tracciamento fatto di recente.

Riproponiamo qui le foto con le descrizioni (clicca per leggere le descrizioni):

Per maggiori informazioni e tutte le altre puntate, pagina facebook del SAS:
https://www.facebook.com/Adriaticadispeleologia/

Presentazione nuovo numero Atti e Memorie della CGEB

Dic ’17
13
18:00

Notizia ripresa da speleoIT:
__________

Il giorno 13 dicembre 2017 alle ore 18:00 verrà presentato presso il comune di Monfalcone (sala della biblioteca) il nuovo numero di Atti e Memorie. La rivista, giunta al suo 47º numero, è un grosso volume – oltre 260 pagine – che la Commissione Grotte E. Boegan ha dedicato alla conoscenza del Lacus Timavi, quel piccolo territorio, carico di storia che si sviluppa attorno alle risorgive del Timavo.

Il tema, introdotto da una presentazione dello studioso ed epigrafista Claudio Zaccaria, viene ampiamente sviluppato in una dozzina di contributi spazianti dalla storia alla geologia, dall’idrologia alla paleontologia, dalla preistoria all’ambiente, senza tralasciare le ricerche speleologiche, quelle entomologiche e quelle botaniche. Leggi tutto…

Il Timavo si colora di verde per svelare gli speleo enigmi

Fluoresceina utilizzata dagli esperti per ricostruire il percorso nascosto del fiume. Campionamenti dalle grotte di San Canziano in Slovenia all’Abisso di Trebiciano
di Patrizia Piccione
da Il Piccolo del 21 novembre 2017
__________

TRIESTE. Da oltre 150 anni in Carso si cela il mistero sotterraneo che più di ogni altro intriga gli speleologi di mezza Europa. Nella cavernosa pancia dell’Abisso di Trebiciano, a 329 metri di profondità, scorre il fiume Timavo, il cui percorso lungo gli arzigogolati lati di quella che si è delineata come una sorta di triangolazione tra grotte, è la madre di tutti gli speleo–enigmi. Con certosina perseveranza sia gli speleologi nostrani sia i visitor in trasferta cercano da sempre di venire a capo dell’intricata rete del corso sotterraneo del fiume, che si inabissa nelle grotte di San Canziano in Slovenia, percorre nel sottosuolo il suo invisibile cammino transitando prima nella grotta di Kanjaduce vicino a Sesana, poi nell’Abisso, per infine riaffiorare alle risorgive di San Giovanni di Duino. Leggi tutto…

Pagina 1 di 1012345...Ultima »
QR Code Business Card
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: